IL GRANDE CORTILE 2016 – 2017

IL GRANDE CORTILE 2016 – 2017

Stiamo attraversando un momento di straordinaria creatività, dentro e fuori la Valle di Susa, paragonabile – forse – solo al 2005. Crediamo che questo sia dovuto al sommarsi di tanti eventi dirimenti - dalla difesa della Carta (a proposito, ma è proprio la stessa per noi e per il procuratore della Repubblica di Torino?...) - a una nuova e finalmente assai più ampia consapevolezza della inconciliabilità tra finanziamento di Grandi Opere e difesa del territorio. Una consapevolezza che la drammatizzazione del NO alle Olimpiadi di Roma2 024, scelta dai cronisti della “Calcestruzzi-Editori Riuniti” ha reso paradossalmente ancor più chiara: perché è legittimo sospettare che il gran rifiuto di Virginia Raggi sia stato vissuto non solo come lo sfuggire di mano di una entrata già messa a bilancio dalla “lobby del mattone”, ma come il possibile avvio di un effetto domino perché saremo presto chiamati a scegliere se gettare le sempre più magre risorse nel calcestruzzo di pochi o nella messa in sicurezza di tutti.

Per questo forse sono usciti, escono e usciranno tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo, tanti nuovi libri. Libri su di noi – il movimento No Tav - e attorno a noi: perché - che ci piaccia o no - continuiamo ad essere individuati come luogo e genti- come luogo e genti ab di quest'tra la messa in sicurewzza lobby dei proponenti, ma simbolo dello scenario decisivo cui abbiamo accennato . Simbolo positivo evidentemente per i più (eversivo per i pochi, ma potenti che si vedono per la prima volta sfuggire concretamente di mano il malloppo. (Di più: che – ripetiamo – temono comprensibilmente che a sfuggire possa essere il meccanismo stesso che sin qui li ha garantiti questi utili bulimici).

E quindi nella stagione del Grande Cortile che ci accingiamo ad avviare presenteremo - come sempre - molti di questi libri ma vogliamo anche dare vita a uno o due eventi che si rivelino all’altezza della sfida. Sfida che non abbiamo mai pensato di poter vincere da soli. Come non ci stanchiamo di ricordare abbiamo scelto il nome Grande Cortile proprio per rispondere a chi aveva riconosciuto come eccezionale la grande mobilitazione del 2005, ma tentava di rinchiuderci in uno spazio delimitato, in una riserva indiana come fin dalla prime manifestazioni di un quarto di secolo fa pareva a “lor signori” di poterci confinare; connotando la nostra protesta come localista, miope, egoistica tentando di liquidarci con l’infamante acronimo nimby, non nel mio cortile, appunto.

Non ci sono riusciti allora, non ci riusciranno oggi, quando l’esasperazione della repressione sta portando chi di noi è più coraggioso e intransigente a forme di DISOBBEDIENZA CIVILE estreme che riconducono l’orologio della politica indietro di qualche era geologica!

Per reggere avremmo forse bisogno di EVENTI PROFETICI, ma i tempi non sono quelli più felici per un confronto di uomini e profeti, (se ci è consentito prendere in prestito il titolo di una straordinaria trasmissione che resiste – forse perché considerata di nicchia persino nella rai epoca bignardi… ) Ma è a qualcosa del genere che stiamo pensando consapevoli della rischio di creare aspettative cui potremmo non essere in grado di dare seguito. Ma vi promettiamo che ci proveremo.

***

Dopo il consueto contributo di idee, di lavoro e di contatti per l’organizzazione dell’ormai consolidato premio letterario “La romanza del riccio” giunto alla 3^ edizione e la cui premiazione è in programma venerdì 7 ottobre dalle ore 18 presso la Cascina Roland di Villar Focchiardo ecco

DI SEGUITO LE PRIME INIZIATIVE IN CALENDARIO

Bussoleno

Sala Consiliare, Venerdì 21 ottobre, ore 21

Mario Cavargna

Presentazione del primo volume (1990-2008) del libro

NO TAV, cronaca di una battaglia ambientale lunga oltre 25 anni

edizioni Intra Moenia

Con la partecipazione di Alberto Perino che ha collaborato all’impresa

Sarà anche l’occasione per ricordare Emilio Tornior che ha appena donato al centro Domenico Sereno Regis la raccolta completa di 20 anni di articoli di giornale sul Tav! Una raccolta su cui il Controsservatorio Valsusa sta studiando come si potranno facilitare le ricerche sull'archivio cartaceo consultabile presso il centro, ad esempio rendendo disponibile un indice digitalizzato.

***

Condove

Biblioteca Comunale, Venerdì 28 ottobre, ore 21

Incontro con Lorenzo Barbera

Presentazione del libro

"i ministri dal cielo, i contadini raccontano"

edizioni Duepunti

e con Nuccia Tasca

autrice del libro

Con passo leggero”

edizioni I Quaderni del Battello ebbro

L’incontro è reso possibile dall’invito in Piemonte del Centro Domenico Sereno Regis, del Servas (associazione di mutua ospitalità internazionale) e in collaborazione col Gruppo Pace, e con i Cattolici per la Vita della Valle:

***

Villarbasse

presidio No Tav, Sabato 29 ottobre, dalle 14,30 alle 18

Incontro con

Lorenzo Barbera e Nuccia Tasca

all'interno dello spazio “resistenza per tutti - percorsi di lotta popolare nonviolenta”.

***

Bussoleno

polivalente comunale (“PalaNoTav”), Sabato 5 novembre, ore 21

WuMing 1

Prima presentazione assoluta del libro

“un viaggio che non promettiamo breve”

Einaudi Editore

***

Rivalta

Centro Incontri Il Mulino, via Balegno 2, Domenica 6 novembre, ore 17

WuMing 1

presentazione del libro

“un viaggio che non promettiamo breve”

Einaudi Editore

A cura del Comitato Notav Val Sangone/Collina Morenica

***

S.Ambrogio

Sala Con.re, Venerdì 11 novembre ore 21

Marco Aime

Presentazione del libro

Fuori dal tunnel. Viaggio antropologico in val di Susa

Editore Meltemi, Milano

ne discute con Anna Avidano, antropologa

***

Domenica 13 novembre ore 16


Bussoleno, Salone don Bunino


Incontro con Luigi De Magistris

Sindaco di Napoli, già magistrato ed europarlamentare


Emergenze nei territori italiani

***

Bussoleno

Salone Don Bunino, Lunedì 14 novembre, ore 18

Tomaso Montanari,

e

Livio Pepino

L’importanza di salvare la Costituzione

***

Martedi 29 novembre ore 21


Condove cinema Comunale


Incontro con Goffredo Fofi,


e con Andrea de Benedetti ed Enzo Ferrara

Resistere, Disobbedire, Testimoniare, Fare rete.


***

Condove

Biblioteca Comunale, Venerdi 27 Gennaio 2017 ore 21

incontro con Alessandro Santoro- fondatore della comunità cristiana di base Le Piagge di Firenze

In collaborazione con i cattolici per la vita della valle

***

HANNO DATO LA LORO DISPONIBILITA’ PER ALTRI INCONTRI:

Matthias Canapini.

Protagonista di un viaggio dalle Alpi alla Grande Muraglia

***

Moni Ovadia

Perché No?

***

Gianni Tamino, con Sergio Simonazzi

Dibattito attorno al libro

Bioetica, Informazione scientifica, agricoltura, decisione politica

***

Le prime edizioni

Il Grande Cortile 2006

Tutte le Valli di Susa d'Europa
Forum internazionale Valle di Susa promosso da: Comunità montana Bassa Valle di Susa e Val Cenischia, Movimento No Tv, Redazione giornale SaràDüra, Fiom Cgil, Coordinamento valsusino lavoratori scuola, Arci, Carta, Valsusa Filmfest, Laboratorio per la democrazia, Rete comuni solidali, Rete del Nuovo Municipio, Legambiente, Pro Natura, Wwf, Cooperativa il Ponte, il Manifesto.

A partire dalla lotta contro la realizzazione del TAV, la Val Susa ha maturato le caratteristiche di un laboratorio politico e di democrazia: in questi giorni, illuminata dai riflettori internazionali delle Olimpiadi invernali, si propone come sede per un confronto ampio verso un altro mondo possibile.

GIOVEDI 16 FEBBRAIO
Torino, centro Sereno Regis ore 17,30 «Da Kyoto a Venaus, Tav e Co2» Aperitivo a lumi di candela

VENERDI 17 FEBBRAIO
Bussoleno, Centro Polivalente ore 14,30-19 «Decidere insieme: la partecipazione nella costruzione dei processi decisionali»
Relatori: Raffaella Bolini [Arci nazionale], Paolo Cacciari [giornalista], Teresa Mattei [onorevole costituente], Alex Zanotelli [missionario comboniano]. Coordina Pierluigi Sullo [direttore di Carta].

Borgone di Susa, Cinema ore 14,30-19 «Economie locali: storie, progetti e possibilità per un futuro sostenibile» Mostra e materiale a cura dell'Asci [Ass. Solidarietà Campagna Italiana].
Relatori: Giulio Marcon, Aldo Bonomi [direttore istituto Aaster di Milano- associazione agenti sviluppo territorio], Tonino Perna [economista e sociologo Università Messina], Michela Zucca [antropologa], Salvatore Amura [Rete del Nuovo Municipio]. Coordina Gigi Richetto [redazione Sarà Dura].

Susa, Auditorium Istituto Ferrari ore 14,30-19 Prima sessione: «Grandi opere, grandi interessi: infrastrutture e risorse pubbliche tra tagli e sprechi»
Relatori: Claudio Cancelli [prof. ordinario Politecnico Torino], Sergio Cusani [presidente Banca della Solidarietà], Gerardo Marletto professore di economia applicata Università Sassari], Marco Ponti [professore tecnica ed economia dei trasporti Politecnico Milano]. Coordina Marina Clerico [docente Politecnico Torino].

SABATO 18 FEBBRAIO
Oulx, Tecnotenda piazza Garambois ore 9,30-13 «Valicare le Alpi: fragilità del sistema alpino»
Relatori: Enrico Camanni [giornalista], Andrea Debernardi [esperto di analisi dei sistemi di trasporto], Damiano di Simine [presidente Cipra Italia] Riccardo dello Sbarba [giornalista fondazione Alexander Langer]. Coordina Roberto Canu [assessore comune Bardonecchia].

Avigliana, La fabbrica [ex Cavitor] ore 9,30-13 «Contratto mondiale dell'energia: nuovi modelli di produzione e consumo»
Relatori: Giulio Marcon [portavoce Sbilanciamoci], Luca Mercalli [presidente Soc. Meteo italiana], Maurizio Pallante [saggista Comitato per l'uso razionale dell'energia], Massimo Serafini [responsabile energia Legambiente]. Coordina Vanda Bonardo [Legambiente Piemonte].

Susa Auditorium, Istituto Ferrari ore 14,30-19 Seconda sessione: «Grandi opere, grandi interessi: infrastrutture e risorse pubbliche tra tagli e sprechi»
Relatori: Diego Novelli [giornalista], Osvaldo Pieroni [dipartimento Sociologia Università della Calabria], Bruno Manghi [Sociologo del lavoro], Maria Rosa Vittadini [docente economia dei trasporti]. Coordina Claudio Giorno [Comitato Habitat]

Bussoleno, Centro Polivalente ore 14,30-19 «Percorsi di lotta: esperienze internazionali e confronto tra i movimenti» Tavola Rotonda tra esponenti del movimento.
Coordina Orsola Casagrande [giornalista de il Manifesto].

Proiezione de «La valle che resiste».
Villar Focchiardo, Cascina Roland ore 17 inaugurazione Mostra artisti No Tav «Venti opere per la valle» Installazione: immagini di cronaca a bassa velocità a cura di Videocommunity - la tv della comunità

Venaus - ore 21 Grande Festa al presidio con musica e danze.

DOMENICA 19 FEBBRAIO Torino Gruppo Abele, corso Trapani 95 Fabbrica delle 'e'
Conclusione Forum ore 9,30 «Risorse, Servizi, Democrazia Partecipata» a cura del Laboratorio per la democrazia ore 10,30
saranno presenti: Luciana Castellina, Luigi Ciotti, Vittorio Agnoletto, Walter Ganapini, Marco Revelli, Anna Pizzo, Gianni Rinaldini, Monica Frassoni, Gabriele Polo, Roberto della Seta, Antonio Ferrentino, Giulio Marcon.



Il Grande Cortile 2007

Resoconto
Si è concluso sabato 2 marzo con pieno successo il “Grande Cortile 2″ organizzato dal movimento NO TAV, la Comunità Montana Bassa Valle di Susa e Val Cenischia e la Redazione di Sarà Düra.
Il tema dell’acqua, sviluppato nella serata di giovedì 1° marzo, ha visto la grande palestra di Giaglione interamente occupata da cittadini attenti e interessati; un buon segno per l’Alta Valle!
Straordinario per chiarezza e approfondimento il contributo di Pietro Laureano, consulente UNESCO esperto delle zone aride. Puntuali e documentati gli interventi di Mario Cavargna e Beppe Ferrero sul quadro storico e attuale dei rischi e delle perdite delle sorgenti. Abbà e Sigot hanno poi portato una testimonianza drammatica sulle perdite delle sorgenti già avvenute in Alta Valle.
I sindaci di Bruzolo Richiero e Barbon hanno informato sulla vittoriosa e tenace resistenza delle loro comunità per la gestione pubblica dell’acquedotto. Ha completato il quadro della situazione ambientale Silvio Durante di Montagna Nostra.
A Vaie venerdì il sindaco Gioberto ha sviluppato la salvaguardia della preziosa sorgente di Vaie e l’agronomo Marcello Striano, in un graffiante e propositivo intervento, ha delineato un quadro possibile di sviluppo sostenibile per i prodotti locali. Tra questi naturalmente il marrone, trattato con competenza da Roberto Plano della Cooperativa “La Maruna”.
Alberto Dotta, direttore del Consorzio Forestale Alta Valle di Susa, ha insistito sul nucleo delle risorse boscose anche per le generazioni future. Con un taglio di tutela e valorizzazione culturale del territorio hanno trattato lo storico Andrea Zonato del Museo Diocesano e Giuseppina Canuto vicepresidente della Comunità Montana. Piero del Vecchio ed Elisabetta Serra hanno approfondito invece la pratica concreta della filiera corta applicata alla ristorazione scolastica con prodotti locali.
A Villardora nel centro sociale gremito il “Grande Cortile 2″ ha affrontato i nodi oggi all’ordine del giorno sulla pratica della democrazia. Formidabile la relazione dell’economista Oscar Marchisio che ha saputo collegare efficacemente il modello di sviluppo suicida fondato sulla coppia auto/petrolio a partire dalla sua frequentazione con la Cina (era in partenza per Pechino dove porterà una bandiera NO TAV). Ha sostenuto che la Valle di Susa può diventare modello per uno sviluppo diverso (energia alternativa, bioagricoltura e autonomia gestionale amministrativa).
Il direttore di Sarà Düra Claudio Jampaglia si è ritrovato dopo un anno con i valsusini che aveva conosciuto nei giorni caldi di Venaus e ha riconfermato la sua attenzione e sostegno al movimento NO TAV. Antonio Fermentino, presidente della Comunità Montana, ha illustrato le ultime vicende dell’Ossevatorio ed ha confermato al movimento tutto l’impegno pieno e sincero di lotta.
Nel corso delle tre giornate sono state raccolte le firme per la legge di iniziativa popolare per la difesa dell’acqua come bene pubblico. L’assemblea di Villardora si è conclusa con l’acclamazione di un documento di solidarietà nei confronti dei lavoratori della Gestind di Bruzolo impegnati nella difesa del posto di lavoro. Sono intervenuti nel dibattito Mariano Goitre per proporre una bandiera di tutti i movimenti, Alberto Perino per richiedere l’organizzazione delle gite “fuori porta” a Bolzano (10 marzo), Noto (17 marzo) e a San Pietro di Rorà (24 marzo).
A conclusione del mese l’appuntamento per tutti a Trana per la marcia Trana-Avigliana.